Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

  • VIVIANA MORELLI Psicologa-Psicoterapeuta analitico esistenziale ad approccio integrato, esperta nella mediazione corporea e nell' Ipnosi Ericksoniana.

  • ANGELA GIUDICE Psicologa-Psicoterapeuta analitico esistenziale ad approccio integrato, esperta nella terapia di coppia.

  • MARIA CRISTINA SCIUTO Psicologa-Psicoterapeuta analitico esistenziale ad approccio integrato, esperta di problematiche riguardanti i disturbi d'ansia,umore e personalità

  • PIETRO POSSANZINI Psicologo-Psicoterapeuta analitico ad approccio bioenergetico.

  • MARIA ABBONDATI Psicologa-Psicoterapeuta analitico esistenziale approccio integrato, consulente in istituzioni scolastiche.

  • BARBARA CECCHINI Psicologa Psicoterapeuta approccio teorico integrato, con focalizzazione in Analisi Transazionale.

  • RITA MESSA Psicologa che ha conseguito la laurea in Psicologia con perfezionamento al Counseling Cognitivo-Comportamentale.

La qualità della vita nasce da scelte consapevoli.
Uscire dal malessere è possibile...
Conta su di noi, professionisti al servizio della Persona.
 
GUARDA SUBITO LA NUOVA BROCHURE 2019-2020 !!
 
CLICCA QUI

C.P.A Centro Psicologia Applicata

Perché una seduta dallo psicologo si paga anche se si annulla?

 

Chiunque di voi abbia intrapreso un percorso di terapia, al termine del primo incontro, quando si stabiliscono le "regole" della terapia, si sarà sentito dire più o meno questa frase: "il costo di ciascuna seduta è di... E se non può venire deve avvisarmi almeno 24h prima altrimenti la seduta dovrà pagarla lo stesso".

Molti di voi si chiederanno il senso di questa regola. In fondo se vado al cinema a vedere un film il biglietto lo pago solo se entro, oppure se vado al ristorante pago solo se mangio. Potreste dunque chiedervi: "Perché dovrei pagare per un servizio di cui non usufruisco?" Cerchiamo di fare chiarezza per evitare che si creino fraintendimenti e si alteri quello che nella terapia è l'elemento centrale del processo, ossia la relazione paziente-terapeuta. Questa relazione è ben diversa da quella che si può avere con qualsiasi altra persona incontrata in un altro contesto. Soprattutto si deve tenere conto di una serie di elementi molto particolari, spesso sottovalutati, che sono le resistenze. In psicoanalisi con questo termine ci riferiamo all'opposizione inconscia, da parte di chi decide di intraprendere una terapia, ad accedere alle proprie dinamiche profonde. In pratica, pur essendo noi stessi a decidere di iniziare un percorso terapeutico, ci può essere una parte di noi, quella che teme più il cambiamento o che ha paura di entrare in contatto con "parti dolorose", che può portarci a boicottare il processo terapeutico stesso. Per evitare che questo accada si stabiliscono delle regole precise che vanno a costituire quello che viene definito setting e fra queste regole c'è proprio la modalità di pagamento della seduta. Se ci pensate le resistenze possono comparire non solo quando si va in terapia ma in tutti quelle situazioni in cui siamo portati a metterci in discussione e cambiare comportamento. Quante persone sanno che mangiando costantemente in maniera sbagliata rischiano di farsi del male? Eppure, nonostante questo, molti continuano a non controllare la propria alimentazione nonostante i valori delle analisi indichino rischi per la salute. Oppure a quanti viene prescritto di fare movimento oppure smettere di fumare? Eppure si continua con le solite abitudini di sempre, proprio per non cambiare e non dover analizzare tutte quelle motivazioni che, senza volerlo, ci portano a fumare, mangiare male e non fare sport. In terapia tutte queste resistenze sono molto più forti e rischiano di portare al fallimento della terapia stessa ed è per questo che non possono essere ignorate. Pagare lo stesso la seduta anche se non si va, è quindi "fare terapia" anche se non ce ne accorgiamo ed è per questo che si paga. A questi elementi più clinici vanno aggiunti tutti quelli più pratici e che hanno a che vedere con gli impegni dell'altra persona e con il fatto che occupando uno spazio che poi non si utilizza, non si permette a qualcun altro di usufruirne. Un po' come funziona con gli alberghi o con i cinema che non consentono rimborsi una volta acquistato il servizio. Insomma si paga il tempo del terapeuta che, nel momento in cui gli date buca, non può fissare altri appuntamenti o organizzare la propria vita.

Ricapitolando, sapere di dover pagare ugualmente una terapia se disdetta all'ultimo minuto, porta a dare più importanza al percorso terapeutico e di conseguenza a noi stessi in quanto la terapia pùò aiutarci enormemente ma solamente se non siamo noi stessi a boicottarla.

 

Dr. Daniele Regini 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Cell. 3282769727 

 

Eventi

 ◄◄  ◄  ►►  ► 
Maggio 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Contattaci

Puoi contattare il C.P.A. a questi recapiti:

e-mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel:
06/9325000 {Paola Predonzani [C.P.A.]}
Orari Segreteria:
8:45-12:15/15:45-19:45
Martedì e Venerdì mattina chiusa.

Tutti i recapiti...